città_

Savills. Nel primo semestre 2020 gli investimenti immobiliari globali sono crollati del 33%

Nel primo semestre 2020 il volume degli investimenti immobiliari globali è sceso del 33% rispetto allo stesso periodo del 2019. Il crollo maggiore ha riguardato l’area dell’Asia Pacifico, particolarmente colpita dalla pandemia di Covid-19, con un calo del 45%; i volumi nelle Americhe e nell’area EMEA hanno invece registrato cali rispettivamente del 36% e del 19%.
Questi alcuni dei dati riportati da Savills nell’ultimo aggiornamento del suo programma di ricerca Impacts, in cui si rileva come anche i volumi globali cross border siano diminuiti, in maniera simile a quelli totali, circa del 30% rispetto al primo semestre dell’anno scorso. Le Americhe hanno subito il crollo più significativo degli investimenti cross border in entrata (-39%), seguite dall’Asia Pacifico (-35%) e dall’area EMEA (-25%).

Know your reinnovation academy2

Assoimmobiliare Bocconi. LIVE | Know your REInnovation Academy

Durante l’evento, i Direttori dell’Academy Proff. Andrea Beltratti e Alessia Bezzecchi presenteranno la faculty della REInnovation Academy, il curriculum di dettaglio del corso insieme ad un approfondito focus del New Normal Learning Model, che comprende fasi di Ramp-up e Follow-up oltre alla erogazione dei corsi, efficace sia nelle modalità face to face sia nelle modalità distance.

savills_outlook_luglio20

Savills. How Covid has impacted real estate investment during the first six months of 2020

The Covid-19 pandemic has impacted nearly every corner of the world and, consequently, global real
estate investment activity slowed dramatically over the first half of 2020.
Global investment volumes fell by 33% in H1 2020 compared to H1 2019. Asia-Pacific led this fall, with
volumes down 45% in H1 2020 compared to H1 2019, while the Americas and EMEA were down 36% and
19% respectively. The impact on volumes was first felt in Asia-Pacific and this is reflected in Q1 volumes.

ISTAT_permessi costruire2019

ISTAT. Permessi di costruire. IV trimestre 2019

Nel quarto trimestre 2019, nel comparto residenziale, si stima una crescita congiunturale del 5,2% per il numero di abitazioni e una diminuzione dello 0,2% per la superficie utile. La superficie dei fabbricati non residenziali è in diminuzione rispetto al trimestre precedente (-3,2%).

CBRE_place_making

CBRE. Place Making. Value and the public realm

Place making happens when buildings are transformed into vibrant urban spaces that offer wellbeing, pleasure and ispiration. Its success can be measured by improved lives, greater happiness and, when done sucessfully, and uplift in property values.
Placemaking has many aspect, of which changes to the public realm are one of the most fundamental. most cities devote a considerable amount of valuable lanf to the public realm, and many of the world’s most iconic locations are public spaces.

logo-itinerari-previdenziali-share

Itinerari Previdenziali. Silver Economy, una nuova grande economia

Il progressivo invecchiamento della popolazione è uno dei maggiori trend che interessa le economie più sviluppate, in particolar modo quella italiana. Quello che appare necessario modificare è l’approccio alla gestione delle relative conseguenze. Il fenomeno dell’invecchiamento, infatti, viene percepito molto spesso come un problema, soprattutto per i sistemi di welfare che vengono sottoposti a crescenti pressioni in termini di maggior spesa per pensioni, sanità, assistenza sociale e soprattutto un grande impegno per l’invecchiamento attivo e la non autosufficienza; in realtà, se ben interpretato e gestito, può rappresentare una grande opportunità e generare risvolti positivi per il Paese dal punto di vista economico, occupazionale e sociale. Ma anche una grande opportunità di investimento da parte del mercato in tutte quelle attività che compongono e costituiscono la cosiddetta Silver Economy.

Forum Scenari Immobiliari

Scenari Immobiliari. Riparte il mercato della casa: attenzione alla qualità e prezzi in lieve calo

Scenari immobiliari ha presentato la 28ma edizione “Après le déluge” del proprio Forum che si terrà a S. Margherita Ligure l’11 e il 12 settembre, rilasciando alcuni dati sull’andamento del mercato.

Secondo tali dati, nel primo semestre del 2020, le comparavendite hanno subito una forte contrazione (-29,2 per cento in un anno), con i prezzi medi in leggero calo (-0,4 per cento).
Al contempo è cresciuta la domanda di immobili in locazione, ma con spazi esterni, un lascito questo, probabilmente, del lock down dovuto all’emergenza Covid-19. Milano apre con prudenza sul fronte dell’usato, con un buon risultato delle nuove residenze, mentre a Roma il mercato ha sofferto meno e ora sta recuperando.

amundi_rettangolo

Amundi. H2 2020 OUTLOOK degli INVESTIMENTI. Investire durante un ciclo economico di decongelamento

Dopo la fase di congelamento dell’economia globale dovuta al Covid 19, dalla prima metà del 2020 si attende che la combinazione di stimoli monetari e fiscali avvii una ripartenza che coinvolgerà le diverse regioni sulla base del principio “first in, first out” e il cui vigore dipenderà dallo spessore delle risposte politiche. In questo quadro già complesso, le previsioni economiche non possono non tenere conto anche della congiuntura geopolitica. All’orizzonte le elezioni presidenziali americane dall’esito ancora incerto e la disputa tra Stati Uniti e Cina che sta passando dal commercio alla supremazia tecnologica e sanitaria. In Europa il Recovery Fund potrebbe ridisegnare il futuro della Comunità verso una crescita più sostenibile ed equa, mentre ulteriori cambiamenti riverranno dall’imminente fine dell’era politica della Merkel, dalla Brexit e dalla risposta della BCE alla Corte costituzionale tedesca prevista per agosto.

genova

BNP. Nel primo semestre 2020 in calo gli investimenti in immobili commerciali in Italia

Il primo semestre 2020 si chiude in Italia con una riduzione del 25% circa degli investimenti in immobili commerciali rispetto allo stesso periodo del 2019. Inferiore il gap rispetto alla relativa media quinquennale: -8% circa. Il calo su base semestrale del 2020 rispetto al 2019 è stato determinato dal risultato del secondo trimestre. Il Q1 2020 era infatti allineato al Q1 2019 con circa 1,7 miliardi di euro di investimenti. Nel Q2 2020 invece i volumi investiti hanno di poco superato i 2 miliardi di euro, valore in diminuzione del 38% circa rispetto ai 3,3 miliardi del secondo trimestre 2019 e del 13% circa rispetto alla media quinquennale dei Q2. Da evidenziare anche la riduzione nel numero di transazioni chiuse nel Q2 2020: poco più di 30 rispetto alle 60 del Q2 2019.