JLL. Student housing snapshot

In 2020, the effects of the pandemic were significant for the student
housing segment. The closure of universities and their campus for
health and safety reasons increased the concerns of operators. The consequences of lockdown and travel restrictions were especially observed in Europe, which is the most popular destination for international students’ travels. Anyway, traveling students are set to rebound in 2021/22 academic year as students are more keen to return to campus after more than a year of online learning.

The Future of Global Logistics Real Estate

The logistics sector is witnessing truly impressive growth, with occupier and investor demand at record levels across the globe. In response, JLL has launched its first survey on Global Logistics Real Estate to test sentiment in the market and gather fresh insights across a range of issues that could affect future occupier and investment decisions.
Read More

Emanuela Recchi nominata presidente di ULI Italia

Urban Land Institute (ULI) ha annunciato la nomina di Emanuela Recchi, presidente di Recchi Engineering, come nuovo presidente di ULI Italia. Succede a Davide Albertini Petroni, direttore generale di Risanamento S.p.A, e inizierà ufficialmente il 1° luglio 2021 il proprio mandato a titolo volontario, che la impegnerà per i prossimi due anni.

Duff&Phelps a Kroll Business. Ieri, Oggi, Domani. COVID-19: Il Sentiment sul Mercato Immobiliare

L’ultima edizione del market study “Ieri, Oggi, Domani. COVID-19: Il Sentiment sul Mercato Immobiliare” contenente le informazioni aggiornate sull’evoluzione dei trend, nel breve-medio periodo, delle diverse asset class immobiliari: logistica, uffici, residenziale, hotel, retail, sviluppi immobiliari e asset speciali. Il report evidenzia anche quanto la pandemia abbia accelerato la tendenza del real estate al cambiamento e risvegliato l’attenzione sul tema della responsabilità sociale di impresa (RSI).

JLL. Top 10 global CRE trends in 2021

La maggior parte dei lavoratori intervistati nella ricerca JLL dichiara chevorrebbe lavorare in modo più flessibile, sia per quanto riguarda l’organizzazione del tempo che, soprattutto, in termini di location. Il 50% del campione vorrebbe lavorare sia da casa che da remoto. Tutto questo porterà al consolidamento del modello di ufficio ibrido: al lavoro presso l’headquarter aziendale si affiancherà il lavoro da casa, in hub diffusi nel territorio e in spazi di lavoro flessibili che permettano ai dipendenti di ridurre i tempi di commuting.