Banner 1260x400 prevCSC 03-2020A

Centro Studi Confindustria, Rapporto Le previsioni per l’Italia. Quali condizioni per la tenuta ed il rilancio dell’economia?

Il Rapporto del Centro Studi di Confindustria presenta le previsioni per l’economia italiana nel 2020 e 2021 e include un’analisi dell’evoluzione dei fattori geo-economici più rilevanti per il nostro Paese.
Mai nella storia della Repubblica ci si è trovati ad affrontare una crisi sanitaria, sociale ed economica di queste proporzioni. Il pensiero va ai malati ed alle loro famiglie, ed agli eroi che ogni giorno lavorano con rischi enormi per la loro cura in tutto il Paese e specie nelle regioni che soffrono le conseguenze più dure. La salute è il bene primario, ed ogni contributo affinché si possano alleviare e contrastare le conseguenze dell’epidemia è cruciale.
Più che quello di prevedere il futuro, questo è il tempo di agire affinché il nostro Paese, la nostra società, possano affrontare adeguatamente questa fase drammatica e risollevarsi quando l’emergenza sanitaria sarà mitigata.
Occorre tutelare il tessuto produttivo e sociale della Nazione, lavoratori, imprese, famiglie, con strategie e strumenti inediti e senza lesinare risorse in questo momento per garantire il benessere futuro. Occorre agire subito, senza tentennamenti o resistenze: altri paesi si stanno già muovendo in questa direzione.
Nessuno conosce, ad oggi, la dimensione complessiva degli interventi necessari, che saranno comunque massivi e che saranno condizionali agli sviluppi sanitari ed economici. Ma a tutti è chiaro che solo mettendo in sicurezza i cittadini e le imprese, la recessione attuale potrà non tramutarsi in una depressione economica prolungata.

logo nuveen 3_def

Rapporto Nuveen Real Estate: l’impatto a breve e a lungo termine di COVID-19

Secondo il Rapporto di Nuveen Real Estate sull’impatto a breve e a lungo termine di COVID-19, il settore residenziale si dimostrerà il più resiliente.
Sempre secondo il Rapporto, in Europa permarrà un generale interesse verso gli immobili destinati alla locazione, le residenze per studenti e i progetti di co-living. Le difficoltà dello scenario economico potrebbero, infatti, alimentare la domanda del segmento degli affitti, soprattutto qualora si verificasse un inasprimento delle condizioni creditizie.
Ci si aspetta, invece, che settore retail, già da tempo insidiato dall’e-commerce, subisca un impatto negativo causato da un ulteriore slittamento di una parte crescente degli acquisti verso i canali online.

We_wealth quadrato

Assoimmobiliare e SDA Bocconi “Gli impatti della pandemia nel breve e medio periodo: REInnovation Lab webinar Series”

A seguito dell’emergenza generata dalla pandemia da COVID-19, REInnovation Lab, la piattaforma di ricerca e formazione nata per iniziativa di SDA Bocconi School of Management e Assoimmobiliare, ha ritenuto opportuno creare dei Webinar per raccogliere e dibattere ”in tempo reale” le opinioni di accademici, policy-maker e Chief in merito alle dinamiche e alle interrelazioni dal punto di vista economico, strategico e finanziario con particolare focus sugli impatti nell’industria immobiliare.
Il REInnovation Lab è finanziato dai principali player internazionali del real estate: BNP Paribas RE Italy, CBRE, Colliers International, Cushman&Wakefield, Deloitte, Duff&Phelps, Generali Real Estate, GVA Redilco, JLL, PWC, e Sigest e ha l’obiettivo di contribuire all’evoluzione del settore creando un «laboratorio» di conoscenza indipendente in grado di rielaborare i dati primari e le esperienze dei diversi player dell’industria trasformandoli in strumenti operativi.

logo CONFINDUSTRIA ASSOIMMOBILIARE

Le proposte di Assoimmobiliare per il decreto Cura Italia

Gli effetti della crisi economica generata dal diffondersi dell’epidemia di Covid-19 stanno impattando in maniera grave e sistemica su tutti i settori della produzione e dei servizi del nostro Paese, acuiti dalle incertezze legate ai tempi di ripreae e alle misure che verranno concretamente adottate a sostegno delle imprese.
Per la tenuta del sistema immobiliare, Confindustria Assoimmobiliare ha predisposto una proposta emendativa del decreto legge 17 marzo 2020, n.18, recante Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Nomisma

Presentazione del 1° Osservatorio sul Mercato Immobiliare 2020 di Nomisma

Con il diffondersi del COVID-19 e delle conseguenti misure di contenimento che si sono rese necessarie, l’economia italiana si trova a fronteggiare una situazione inedita e dalle conseguenze potenzialmente drammatiche. A differenza del passato, quando la genesi del tracollo fu di origine finanziaria, in questo caso il ceppo virale ha fin da subito intaccato in maniera plateale e fragorosa l’economia reale.
Se gli effetti saranno più contenuti rispetto a quelli scaturiti dall’ultima crisi economica di matrice finanziaria è presto a dirsi ma ciò che appare evidente è la possibilità, oggi più che allora, di adottare misure per un pronto rilancio. In tale impostazione un ruolo decisivo è chiamata a giocarlo la finanza, vale a dire quella componente da cui in passato erano scaturiti contraccolpi rovinosi per l’economia reale e che adesso dovrà necessariamente svolgere una funzione di puntello e di supporto. Il riferimento non è alle doverose misure di sospensione temporanea delle rate di debiti già contratti o a meritorie donazioni, quanto ad un sistematico sostegno di una domanda di credito, che avrà inevitabilmente connotati di maggiore fragilità economica. Il 1° Osservatorio Nomisma mette in luce queste riflessioni e i lori impatti sul settore immobiliare.

AIFI_2

Presentati i dati AIFI private equity e venture capital 2019: investiti 7,2 miliardi di euro in 370 operazioni

Sono stati presentati i risultati dell’analisi condotta da AIFI (Associazione Italiana del Private Equity, Venture Capital e Private Debt), in collaborazione con PwC- Deals sul mercato italiano del capitale di rischio.

Ecco i principali dati evidenziati: raccolta private equity e venture capital pari a 1.591 milioni di euro, di cui 1.566
milioni di euro reperiti sul mercato (metà del valore registrato nel 2018 attestatosi a
3.415 milioni di euro).

Ammontare investito (private equity e venture capital): 7.223 milioni di euro, in
diminuzione del 26% rispetto all’anno precedente (9.788 milioni di euro). Se si escludono
le infrastrutture, ammontare (6.713 milioni di euro) in linea con il 2018 (6.747 milioni di
euro).

Numero operazioni (private equity e venture capital): 370 rispetto alle 359 del 2018
(+3%).

Early stage primo per numero di operazioni: 168 (-2% rispetto al 2018), diminuito
l’ammontare pari a 270 milioni di euro, -17% rispetto ai dodici mesi precedenti (324
milioni di euro).

Buy out primo per ammontare (5.096 milioni di euro), il 71% delle risorse attratte in
questa tipologia di operazione; a seguire il segmento dell’expansion con il 12% (896
milioni di euro).

Disinvestimenti: 132 dismissioni (-2%) per un controvalore al costo pari a 2.216 milioni
di euro (-21%).

Post_Linkedin_1200x628

Logitech Webinar “Smart Working Now”

Lavorare oggi: quale situazione stanno vivendo le aziende? quali strategie devono essere adottate per consentire ai dipendenti di lavorare in modo efficiente e costruttivo? Ne parleranno Masismo Roj di Progetto CMR e il giornalista de Il Sole 24 Ore Luca Tremolata durante il webinar ideato da Logitech.